2 settimane in Sicilia occidentale

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su email

Descrizione itinerario

1° giorno: volo da Milano Linate a Palermo-Punta Raisi con Alitalia e arrivo intorno alle 19. Una volta ritirato il bagaglio, prendiamo la macchina a noleggio con Leasys precedentemente prenotata sul sito Rentalcars. Ci dirigiamo subito a Terrasini e ceniamo in un ristorante tra le affollate vie del centro. Pernottamento in b&b.

2° giorno: facciamo colazione e andiamo a Palermo per la visita della città. Merita più di un giorno, ma in giornata si riesce a girarla a piedi vedendo i punti più caratteristici. Da non perdere assolutamente il mercato Ballarò e la Cattedrale.
Arriviamo a Trapani nel tardo pomeriggio, in tempo per una cena e un giro nel centro storico.

3° giorno: facciamo colazione e parcheggiamo l’auto presso il parcheggio Le Saline. Arrivati al porto con la navetta gratuita, partiamo in direzione Favignana con la motonave Liberty Lines delle ore 9.10.
Una volta arrivati, noleggiamo le bici e ci dirigiamo verso l’appartamento per lasciare i bagagli. Un cambio veloce e raggiungiamo Cala Azzurra. Causa mare mosso e vento forte, andiamo subito via e raggiungiamo la spiaggetta di Lido Burrone, piuttosto riparata dai venti.
Nel tardo pomeriggio facciamo un giretto in centro con la bici, spesa in un market e torniamo in appartamento, dove ci aspetta una grigliata per la cena.

4° giorno: è di nuovo una giornata con vento forte e mare piuttosto mosso. Raggiungiamo Cala Rossa, riparata dai venti e con mare calmo. Scendiamo quindi per posizionare l’asciugamano sugli scogli e fare un bel bagno nell’acqua azzurra e trasparente.
Una volta asciugati, riprendiamo la bici e andiamo alla spiaggia Bue Marino. Stupenda, ma bisogna far attenzione in caso di correnti forti. Qui non facciamo il bagno, ma un veloce giro a piedi nelle grotte scavate presso le cave di tufo.
Continuiamo il giro in bici arrivando al faro di Punta Marsala, bello, ma purtroppo abbandonato.
Andiamo poi di nuovo a Lido Burrone, per uno spuntino nel primo pomeriggio e un veloce bagno rinfrescante.
Torniamo a casa, doccia e verso le 18 andiamo a visitare la bellissima Tonnara nei pressi del porto, ex stabilimento della famiglia Florio.
La giornata termina con la visita al faro di Punta Sottile, sull’altro lato dell’isola, anch’esso raggiungibile in bici. Necessario prestare attenzione al tratto di strada dopo la spiaggia di Marasolo. Si può prendere la stradina che costeggia la costa, un po’ pericolosa causa massi caduti sull’asfalto, o la galleria con il marciapiede laterale.
Ci godiamo gli attimi prima del tramonto e riprendiamo la via verso l’appartamento, dato che sta per calare il buio.

5° giorno: dedichiamo la giornata alla bellissima isola di Marettimo, la più distante e la più selvaggia. Prendiamo la motonave Liberty Lines delle ore 10.10. Arriviamo dopo circa mezz’ora. I venti e il mare sembrano essersi calmati, ma in mare aperto si sentono delle onde piuttosto alte.
Durante il tragitto chiamiamo alcune agenzie dell’isola per il giro dell’isola e la visita delle famose grotte, ma tutti ci dicono che causa mare mosso non si può partire o si può fare solo un giro ridotto.
Sbarchiamo comunque al porto senza aver prenotato ed ecco alcuni barcaioli che offrono dei tour. Noi ci affidiamo al mitico Enzo, attratti dal suo aspetto che sa di uomo vissuto e grande conoscitore del mare. Non ci sbagliamo, è uno dei pochissimi che parte con queste condizioni del mare. Forse l’unico ad aver completato il giro delle grotte. Nonostante il mare mosso dimostra grandissima sicurezza, facendoci entrare ed ammirare ogni grotta.
Verso le 16 torniamo nel porto e ci godiamo le viuzze di Marettimo degustando una buonissima granita ai gelsi.
Acquistiamo i biglietti per il ritorno direttamente nell’ufficio Liberty del paesino, con partenza alle 17.55 in direzione Favignana.
Ceniamo in un ristorante nei pressi dell’appartamento e dopo cena andiamo in bici in centro per una bevuta in uno dei tanti locali.

6° giorno: la giornata è senza vento, perfetta per goderci il gommone a noleggio prenotato il primo giorno. Il mare è poco mosso. Sostiamo in ordine a Cala Rossa, Bue Marino, Cala Azzurra, Cala Rotonda, Calazza, Grotta Azzurra. Il mare è favoloso e cambia la colorazione da un posto all’altro.
Torniamo intorno alle 17 per prendere l’aliscafo delle 17.45 in direzione Trapani.
Arriviamo al parcheggio per ritirare l’auto e ci dirigiamo a Castelluzzo, dove abbiamo prenotato un b&b.

7° giorno: il caldo inizia ad essere insopportabile, si superano i 40° con lo scirocco. Andiamo a vedere la spiaggia di Baia Santa Margherita. Lasciamo l’auto nel grande parcheggio gratuito e con una breve camminata, seppur molto faticosa causa alte temperature, arriviamo in spiaggia.
Ci facciamo un bagno rinfrescante, rovinato purtroppo dall’eccessivo accumulo di posidonia nei pressi della riva.
Anche sotto l’ombrellone si fatica a rimanere, per cui dopo un paio d’ore dobbiamo tornare a rinfrescarci nel b&b.
Nel pomeriggio andiamo nella spiaggia di San Vito Lo Capo. Anche questa con molta posidonia a riva, ma l’acqua è bellissima qualche metro più in là.
Andiamo poi a gustarci una brioche con gelato e panna in centro prima di tornare e cenare.

8° giorno: la mattina andiamo nella vicina e ciottolosa Cala del Bue Marino, presso Macari. Qualche anno fa è stata votata come spiaggia più bella d’Italia. Sicuramente merita, purtroppo la quantità di turisti nel periodo luglio-agosto è esagerata.
Nel pomeriggio ci dirigiamo a Segesta per vedere il bellissimo sito archeologico (prenotazione online).
Ripartiamo per andare ad Erice, uno dei borghi più belli d’Italia. Non è semplice trovare un parcheggio nell’orario del tramonto, il momento sicuramente più gettonato di tutta la giornata. Da qui si ha una vista spettacolare sul golfo di Trapani, le saline e le isole Egadi. Ceniamo con uno street food e torniamo a casa.

9° giorno: trascorriamo la mattinata nella spiaggia di San Vito, questa volta lato porto, dove l’acqua sembra più bella nonostante la presenza della posidonia a riva.
Nel tardo pomeriggio andiamo a visitare le saline di Nubia vicino Trapani (ingresso museo del sale con guida 3€, giro a piedi delle saline 1€).

10° giorno: andiamo mezza giornata alla Riserva dello Zingaro con la barca affidandoci a Titta Transfer. Sostiamo in due cale, dove facciamo il bagno in mezzo a nuvole di occhiate, visitiamo a nuoto la Grotta Azzurra e arriviamo ai Faraglioni di Scopello. Qui non ci fermiamo causa alto numero di imbarcazioni e torniamo in una delle precedenti cale, dove facciamo una nuova sosta e uno spuntino a base di pane cunzato e vino locale.
Nel pomeriggio invece visitiamo la Grotta Mangiapane, un antico insediamento preistorico che vale veramente la pena ammirare.
La sera andiamo in un ristorante di San Vito specializzato in cous cous e poi facciamo un giro in centro con degustazione di una granita.

11° giorno: giornata di relax presso la spiaggia di San Vito Lo Capo.

12° giorno: passiamo la giornata al mare nelle cale del Bue Marino e Isulidda.

13° giorno: lasciamo San Vito Lo Capo e ci dirigiamo alle saline di Marsala. Ci fermiamo presso l’imbarcadero storico per l’isola di Mozia, per ammirare sia le saline sia i tantissimi kite surfer che prendono d’assalto le acque della laguna.
Arriviamo a Mazara, dove facciamo un veloce pranzo in un ristorantino in centro. Successivamente ripartiamo in direzione Sciacca dove passeremo la notte. Facciamo un giro per le vie del centro e arriviamo al porto, dove durante il tramonto si possono ammirare le tante sfumature di colore fornite dai numerosi pescherecci (circa 130) con le case colorare della cittadina sullo sfondo.

14° giorno: andiamo in località Porto Palo nel comune di Menfi per passare la mattina in spiaggia. Si rivela una sorpresa. Spiaggia grande, mare calmo, acqua cristallina e prezzi bassi per ombrellone e lettini.
Pranziamo in un ristorante di pesce sul mare e proseguiamo verso Agrigento, facendo sosta alla Scala dei Turchi per delle foto panoramiche dagli spiazzi lungo la strada.
Dopodiché proseguiamo verso il b&b ad Agrigento, facciamo il check-in e andiamo a visitare la stupenda Valle dei Templi con ingresso serale, poco prima del tramonto (biglietti acquistati online e lunga fila saltata).

15° giorno: dopo colazione partiamo con l’auto in direzione Cefalù, dove arriviamo dopo 2 ore e mezza. Facciamo uno spuntino veloce e un giro nella bellissima cittadina. La spiaggia è sovraffollata e gli stabilimenti hanno prezzi esorbitanti, decidiamo così di tornare subito a Palermo, dove trascorreremo l’ultima notte della vacanza.
Usciamo a piedi in centro e facciamo prima un aperitivo, poi cena, nelle vie centrali.

16° giorno: è il giorno della partenza, per cui decidiamo di andare in uno stabilimento balneare per un po’ di relax. Si avvicina la seconda settimana di agosto e gli ombrellini e lettini sono introvabili sia a Mondello sia all’Isola delle Femmine. Decidiamo quindi di avvicinarci all’aeroporto, dove troviamo uno stabilimento con disponibilità a Cinisi, vicino Torre Pozzillo.
Riconsegniamo l’auto intorno alle 17 e alle 19.30 prendiamo il volo di ritorno per Milano.

Ulteriori informazioni e suggerimenti

Alloggi:
– b&b Alma Nua (Terrasini): ottimo alloggio in centro e vicino all’aeroporto di Palermo. Molto comodo se arrivate con l’aereo.
– appartamenti Fardella 250 (Trapani): belli e molto economici.
– appartamenti La Torretta (Favignana): molto belli e spaziosi a 2,5km dal porto. Presente un barbecue comune e in alcuni appartamenti l’amaca.
– b&b Coppola (Castelluzzo): b&b con camere molto belle e situato in una zona strategica per visitare San Vito Lo Capo, Trapani e le aree circostanti. Colazione ottima con dolci locali, frutta e salato. Quest’ultimo ogni mattina viene incartato da Sebastiana così lo potete portare con voi per lo spuntino a pranzo.
Presente anche una terrazza sul tetto con libero accesso, dove ci si può rilassare o consumare un pasto da asporto.
– Guest House La Corte Normanna (Sciacca): in centro, camere molto carine e particolari.
– b&b La Finestra sulla Valle (Agrigento): in centro, camere spaziose, ma in generale non ci è piaciuto.
– b&b Federico Secondo (Palermo): bellissimo b&b con camere appena ristrutturate e in pieno centro, a pochi metri dalla Cattedrale. Colazione con dolci fantastici.

Locali per mangiare:
– Assétati (Terrasini): ottimo ristorante di pesce, un po’ caro.
– Pipitone 1958 (Trapani): pizza trapanese ottima, a differenza delle recensioni negative che si trovano online. Immaginiamo abbia cambiato gestione.
– Osteria Cavallo (Favignana): ristorante di pesce che consiglio molto, situato a pochi metri dagli appartamenti Fardella. Da prenotare perché sempre pieno.
– Arricriati (San Vito): pizzeria che ci ha deluso nonostante i feedback molto positivi online.
– Profumi di Cous Cous (San Vito Lo Capo): bella location, da provare uno o più tipi di cous cous che propongono. Da prenotare in anticipo.
– Fattoria Morgana (vicino Sciacca): ristorante con piatti di carne eccellenti.
– Da Vittorio (Menfi): ristorante di pesce sul mare, ottima qualità, servizio che lascia un po’ a desiderare.
– Foodda (Cefalù): fast food vicino al mare, panini squisiti.
– Ke Palle (Palermo): arancine fantastiche di tutti i tipi.
– Gelateria Le Cremolate by Nino Matranga (Palermo): trovata per caso, fa delle cremolate fantastiche.
– I Freschi (San Vito Lo Capo): brioche con gelato magnifica. Un pasto vero e proprio.

Tour in barca e noleggio bici/gommone:
– Blu Marettimo: super consigliata, affidatevi a Enzo (tel 3397361896), grande esperto di mare e persona molto simpatica. Con 30€ vi fa fare il giro di Marettimo con visita delle bellissime grotte.
– Brezza Marina: abbiamo noleggio le bici da città per 5€ al giorno a fine luglio. Inoltre abbiamo preso un gommone senza patente per 7/8 persone a 180€ al giorno (disponibili anche modelli più economici).
– Titta Transfer (San Vito Lo Capo): chiedete di Roberto, anche lui molto esperto di mare, per farvi portare mezza giornata in barca con soste alla Riserva dello Zingaro e ai Faraglioni di Scopello. 30€ a testa per 4/5 ore di tour con spuntino finale.

Se arrivate con l’auto e Trapani e dovete parcheggiarla per imbarcarvi per le Isole Egadi, lasciatela presso il parcheggio Le Saline. Sorvegliato e a 7€ al giorno.

Vivete Palermo passeggiando per le sue viuzze e i mercati (Ballarò è fantastico). Fermatevi in via Maqueda per un aperitivo in uno dei tanti locali, dove potete prendere uno Spritz a soli 3€.

Consigliamo di trascorrere a Favignana almeno 3 notti, considerando che 2 giorni li potete dedicare ad escursioni giornaliere a Levanzo e Marettimo.

Potrebbero interessarti anche questi itinerari:

saline Marsala

Sicilia occidentale

10 giorni in Sicilia con partenza e arrivo a Palermo, passando per Agrigento, Marsala, Trapani e le isole Egadi (Favignana e Levanzo).

Leggi Tutto »
Spiaggia del Postino - Pollara - Isola di Salina

Isole Eolie

7 giorni alle Isole Eolie con partenza da Napoli. Base a Lipari/Salina e visita di Stromboli e Panarea. Mare stupendo e panorami mozzafiato.

Leggi Tutto »

Vuoi condividere i tuoi itinerari di viaggio?

Vuoi condividere un itinerario di viaggio?