Alla scoperta di Santorini

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su email
  • 6 giorni
  • Europa
  • < 1.000€
  • Mare, Relax
  • Luglio, Agosto

Descrizione itinerario

1° giorno: volo nel pomeriggio da Milano Malpensa a Santorini con compagnia Wizz Air. Arriviamo alle ore 20.30 in aeroporto, al di fuori del quale ci aspetta un ragazzo di un autonoleggio per consegnarci il quad, che utilizzeremo per tutta la vacanza.
Arriviamo all’hotel Acropole Sunrise a Kamari dove ci attende il proprietario Stamatis. Ci sistemiamo e andiamo in centro per cenare (mangiamo un gyros da George), prima di tornare in camera.

2° giorno: facciamo colazione e ci dirigiamo a Perissa Beach per rilassarci in uno dei tanti stabilimenti gratis (si pagano solo le consumazioni) e fare il bagno nelle acque cristalline. Torniamo in hotel nel pomeriggio, ci prepariamo e andiamo da Santo Wines per fare un aperitivo al tramonto con vista sulla caldera. Noi siamo andati senza prenotare, ma è comunque consigliato riservare un tavolo.
Dopo il tramonto andiamo a Pyrgos. Questa cittadina è un vero gioiello e camminando nella miriade di vicoli sembra viaggiare nel tempo.
Ceniamo da Metaxí Mas, un locale non molto distante da Pyrgos, prima di tornare in hotel.

3° giorno: arriviamo in mattinata a Red Beach. Parcheggiato il quad percorriamo un sentiero di 10 minuti e arriviamo in spiaggia. Facciamo un bagno e ci rilassiamo 1 ora prima di prendere un taxi boat che per 10€ a/r ci porta a White Beach (la barca passa ogni mezz’ora e ferma a Red, White e Black Beach).
Qui prendiamo per 5€ a testa un lettino con ombrellone e passiamo gran parte della giornata. L’ambiente circostante è molto caratteristico con pareti rocciose bianche e acqua cristallina. Ci sono pochi turisti, essendo praticamente accessibile solo tramite barca. Intorno alle 17 torniamo con la barca nei pressi del parcheggio. Prima di tornare in hotel facciamo un veloce giro in quad nel centro di Megalochori (antico villaggio che consigliamo di girare a piedi).
Mezz’ora prima del tramonto arriviamo al faro di Akrotiri dove improvvisiamo un aperitivo fai da te con birra e stuzzichini.
Dopo il tramonto torniamo nei dintorni del parcheggio di Red Beach, dove sono presenti vari ristoranti che affacciano sul mare. Noi ceniamo al The Cave of Nikolas, che avevamo prenotato nel pomeriggio.

4° giorno: giornata di mare a Vlichada Beach, dove prendiamo un ombrellone e 2 lettini al costo totale di 8€. La spiaggia è molto caratteristica con sabbia/ghiaia scura e pareti di pietra pomice alle spalle dalle forme caratteristiche.
Nel primo pomeriggio torniamo in hotel e dopo esserci preparati andiamo a Oia per visitare la cittadina e ammirare le tante cupole blu delle chiese. All’avvicinarsi del tramonto arriviamo con il quad ad Ammoudi Bay e ci fermiamo alla Taverna Katina per la cena.
Rientriamo in hotel passando velocemente a Imerovigli, che però è poco visitabile essendo piena di case e hotel di lusso che si affacciano sulla caldera.

5° giorno: la mattina andiamo al mare a Perivolos. Anche qui prendiamo un ombrellone e lettini gratis, pagando qualche consumazione al bar.
Il tramonto lo vediamo in un punto meno noto, ma con una vista unica. Ci fermiamo in uno spiazzale sterrato appena prima della discesa per il nuovo porto. Le coordinate gps sono le seguenti: 36.382896, 25.434352.
Appena tramontato il sole torniamo di nuovo nella vicina Pyrgos, il posto che ci è piaciuto di più in tutta Santorini, essendo meno turistico e molto caratteristico. Ci perdiamo tra le tantissime viuzze, compriamo qualche souvenir e ceniamo da Kantouni.

6° giorno: è l’ultimo giorno, per cui ci rilassiamo nella spiaggia di Kamari lasciando i bagagli in hotel. Anche a Kamari quasi tutti gli stabilimenti offrono ombrelloni e lettini gratis, è sufficiente solo prendere delle bevande o mangiare.
Anche qui l’acqua è cristallina e la sabbia scura. Chi vuole inoltre può praticare sport acquatici.
Nel pomeriggio torniamo in hotel per prendere i bagagli e andiamo in aeroporto per restituire il quad e prendere il volo di ritorno con Wizz Air verso Milano.

Ulteriori informazioni e suggerimenti

  • Aereo, Quad
  • Hotel

Il quad è consigliato per girare l’isola. Come cilindrata consigliamo almeno un 200cc (noi avevamo un 300cc) essendo varie strade con una pendenza elevata. L’isola è molto ventosa e gli pneumatici dei mezzi parecchio consumati, per cui meglio procedere a velocità bassa.

Kamari è in una posizione sicuramente strategica per girare l’isola. Le spiagge più belle sono a sud, per cui facili da raggiungere, inoltre è vicina all’aeroporto.
Noi alloggiavamo all’hotel Acropoli Sunrise, dove è possibile ammirare l’alba e il proprietario Stamatis è estremamente gentile e accogliente.

Non siamo stati a Fira perchè è il posto più turistico e con più movida. Se siete in cerca di locali è il posto giusto.

Siamo stati nel periodo del covid e il turismo è sceso drasticamente, ma nei ristoranti e locali per gli aperitivi è comunque consigliata la prenotazione.

Se volete acquistare dei souvenir o bottiglie di vino locale consigliamo di farlo prima di arrivare in aeroporto per il volo di ritorno, essendo li la scelta molto scarsa.

Vuoi condividere i tuoi itinerari di viaggio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi condividere un itinerario di viaggio?

Questo sito utilizza cookie. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Per approfondimenti clicca qui.