Alpi svizzere

Descrizione itinerario

1° giorno: arrivo in mattinata a St. Moritz e giro del bellissimo lago ai piedi della città. Con andatura leggera e fermandosi per scattare un pò di foto in meno di 2 orette lo si percorre per intero. A seguire pranzo a bordo lago e visita del paesino. Molto bello e caratteristico.
Consigliato anche un giro sul lago di Silvaplana, a soli 5 km di distanza. Qui il giro del lago è più complesso in quanto si dovrebbero fare un paio di km sulla strada principale, il che non è proprio consigliato.
Per andare al risparmio meglio non cenare o dormire a St. Moritz, in quanto i prezzi sono molto elevati. Meglio scegliere un paesino vicino.

2° giorno: sveglia e partenza in direzione di Andermatt. Piccolo paesino a quasi 1.500 metri di altitudine, dove ci si può addentrare in splendide passeggiate. Poco meno di 3 ore ad ovest di St. Moritz. Al termine della giornata ci siamo spinti un pò oltre fino a Fiesch (un’altra oretta di viaggio in auto), punto di partenza della visita al ghiacciaio più grande delle Alpi, che avremmo visitato l’indomani mattina.

3° giorno: sveglia di prima mattina e acquisto del biglietto della funivia (Eur. 40 circa) che in soli 20 minuti ci porta in cima alla montagna Eggishorn, a 2.869 metri, mostrandoci davanti a se l’immenso ghiacciaio dell’Aletsch. 23 km di lunghezza che lo rendono il più grande in assoluto. Dopo averlo fotografato da diversi punti accessibili e pranzato in vetta con una stupenda vista aperta sullo stesso e sulle numerose montagne che ci circondano, ci dirigiamo a piedi verso un altro punto di vista con una piacevole passeggiata di un paio di ore.
La giornata termina con un ulteriore oretta di viaggio, in direzione di Zermatt.
Zermatt è una città assolutamente vietata al traffico dei non residenti. Bisogna quindi lasciare l’auto a Täsch (consiglio il posteggio direttamente in stazione), paesino a qualche km di distanza, e prendere il comodo treno che ogni 30 min collega i due paesi.
Anche Zermatt è rinomata per essere molto cara. Se si cerca bene si trova qualcosa a prezzi più di favore, in caso contrario consigliato dormire leggermente fuori.
In ogni modo un giro per Zermatt è decisamente consigliato. Città priva di traffico e con abitazioni tutte in legno, ma soprattutto una vista privilegiata sul fantastico Cervino, la montagna più riconoscibile del mondo.

4° giorno: sveglia presto e funicolare direttamente da Zermatt (costo circa Eur. 40) che ci porta in vetta al Blauherd. Picco a 2.583m s.l.m. Da li si snodano diversi sentieri, ma quello da noi consigliato è decisamente il sentiero dei 5 laghi.
I sentieri attorno a Zermatt si snodano in altura, tuttavia sono rapidamente raggiungibili: le funivie portano infatti gli escursionisti fino alla stazione a monte di Blauherd a 2500 metri. Da lì il percorso porta ai laghi Stellisee, Grindjisee, Grünsee, Moosjisee e Leisee.
Tutti i 5 laghetti possiedono una forma e colore. Il Leisee è balneabile ed è garanzia di divertimento per i bambini. Al Grünsee il paesaggio si mostra nel lato più brullo; qui, nonostante il pietrisco e la sabbia, cresce rigoglioso il pino cembro. Sulle rive del Grindjisee infine crescono fiori rari.
Terminiamo la nostra giornata con una bella birra in centro a Zermatt, per poi rientrare a casa.

Ulteriori informazioni e suggerimenti

Per chi ha potenziale economico maggiore, consiglio decisamente di fare la tratta con il famoso trenino rosso della ferrovia retica. Nello specifico il Glacier Express. Un viaggio indimenticabile che prima o poi farò.

Potrebbero interessarti anche questi itinerari:

Vuoi condividere i tuoi itinerari di viaggio?

Vuoi condividere un itinerario di viaggio?