Argentina e Cile, dalle città agli altopiani andini

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su email

Descrizione itinerario

1° giorno: partenza da Roma per Madrid e da Madrid a Buenos Aires.

2° giorno: ostello a Monserrat, quartiere storico e centrale. Visita del centro della capitale argentina con Plaza de Mayo e la casa Rosada. Dato l’arrivo nel giorno di domenica abbiamo visitato la celebre Feria de San Telmo con cena nell’antico quartiere.

3° giorno: La Boca (quartiere e stadio), al ritorno spostamento dell’alloggio nel quartiere di Palermo.

4° giorno: visita del quartiere Palermo e museo Evita Peron.

5° giorno: cimitero monumentale de La Recoleta e quartiere limitrofo, rientro in ostello e partenza con pullman notturno per tappa successiva: Cordoba (9h).

6° giorno: arrivo a Cordoba, visita guidata gratuita (offerta libera) dei quartieri periferici più moderni e giovanili.

7° giorno: Alta Gracia (1h di bus da Cordoba): Museo Casa del “Che” e Estancia Jesuitica.

8° giorno: visita guidata gratuita del centro storico di Cordoba: cattedrale, quartiere universitario e museo della memoria in un ex carcere dei prigionieri della dittatura; la sera partenza in pullman notturno per la tappa successiva: Salta (12h).

9° giorno: arrivo a Salta e visita città.

10° giorno: Quebrada San Lorenzo, bosco ed escursioni a cavallo a mezz’ora da Salta.

11° giorno: escursione sulle Ande organizzata tramite l’ostello: Salinas Grandes, San Antonio de Los Cobres, Purmamarca.

12° giorno: partenza per trasferimento a Humahuaca (5 ore di bus).

13° giorno: escursione in giornata a Iruya, piccolo centro sulla cordigliera abitato dall’etnia kolla.

14° giorno: escursione alla Serrania de Hornocal (montagna dei 14 colori), poco distante da Humuaca. Rientro a Salta.

15° giorno: ultima visita della città di Salta e partenza con pullman notturno verso San Pedro de Atacama. Questo spostamento prevede il passaggio del confine argentino-cileno a Paso de Jama (14h).

16° giorno: arrivo a San Pedro de Atacama, riposo e organizzazione escursioni nel deserto. Nel centro di San Pedro sono presenti tantissime agenzie turistiche che organizzano le escursioni.

17° giorno: Valle della Luna.

18° giorno: Geyser del Tatio ed escursione sull’altipiano andino.

19° giorno: partenza per Calama e da qui pullman notturno per La Serena (14h).

20° giorno: arrivo a La Serena, spostamento a Vicuna, Valle de Elqui. La valle è famosa per la produzione del Pisco e i numerosi osservatori astronomici, è infatti rinomata per essere uno dei cieli più puliti del pianeta e vanta di pochissimi giorni di pioggia e nuvole all’anno (ovviamente la sfortuna ha voluto che noi capitassimo proprio in uno di quei giorni). Giro del centro e visita al museo Gabriela Mistral.

21° giorno: escursione in bici della valle da Pisco Elqui a Vicuna. Organizzazione tramite un’agenzia turistica (ce ne sono tantissime sia per le escursioni in bici che per i tour astronomici).

22° giorno: partenza per La Serena dove abbiamo preso il pullman per Valparaiso (6h). Arrivo a Valparaiso nella prima serata.

23° giorno: visita di Valparaiso.

24° giorno: Valparaiso e nel tardo pomeriggio partenza per Santiago del Cile (1h).

25° giorno: pranzo nel mercato della città e visita guidata gratuita del centro: museo delle Belle Arti, Plaza de Armas, Palazzo de la Moneda, centro culturale Gabriela Mistral.

26° giorno: casa di Pablo Neruda (la Chascona), cerro San Cristobal e teleferico con vista di tutta la città di Santiago e della cordigliera innevata.

27° giorno: visita al mercato artigianale di Santiago e la sera partenza per l’Italia: Santiago – Buenos Aires e da Buenos Aires a Roma.

Ulteriori informazioni e suggerimenti

Per le visite delle città consiglio di affidarsi a questi tour ad offerta libera presenti in tutte le principali città. Fatti da studenti universitari sono un modo interessante e alternativo di conoscere le città e ovviamente per fare amicizia!

Se si passa per Salta consigliatissimo è il Prisamata Hostel, per un viaggio simile è un luogo ideale per staccare e rilassarsi (ad un ottimo prezzo vista la qualità della struttura). Situato in una antica casa coloniale con 3 cortili interni da anche un’idea di come potessero essere le abitazioni di quell’epoca.

Potrebbero interessarti anche questi itinerari:

Ahu Tongariki, Isola di Pasqua

Isola di Pasqua

Un itinerario di viaggio per scoprire l’Isola di Pasqua, in lingua nativa Rapa Nui, uno dei luoghi abitati più remoti del pianeta.

Leggi Tutto »

Vuoi condividere i tuoi itinerari di viaggio?

Vuoi condividere un itinerario di viaggio?