Irlanda: viaggio nell'isola di smeraldo

Descrizione itinerario

1° giorno: Atterrati nella meravigliosa isola di smeraldo, facciamo la nostra prima sosta a Dublino. L’Irlanda ci accoglie con un cielo coperto e una leggera pioggerellina, che però ci fa respirare dopo il caldo soffocante di Roma. Lasciamo i bagagli e ci immergiamo subito in Temple Bar, curiosi di assaggiare la famosa Guinness in territorio irlandese, con immenso stupore quando scopriamo quanto sia buona!

2° giorno: Guinness Storehouse – fabbrica della Guinness. Il percorso è molto interessante e si conclude con una pinta di Guinness al Gravity Bar, che ha una meravigliosa vista su Dublino. Nel pomeriggio visitiamo la Christ Church Cathedral, Saint Patrick’s Cathedral, e il George’s Street Arcade (un centro commerciale risalente al 1881). Proseguiamo su O’Connell Street e ammiriamo The Spire, lo spillone alto 120 metri, che misura 3 metri alla base e solo 15 centimetri sulla sommità.

3° giorno: Tour di 1 giorno in Irlanda del Nord, che comprende: Selciato del Gigante, Dunluce Castle, Dark Hedges, Belfast. Per gli appassionati del Trono di Spade e non, Dunluce Castle e Dark Hedges sono solo due delle location in Irlanda del Nord in cui è stata girata la serie. Proseguiamo per il Selciato del Gigante: uno dei luoghi più magici d’Irlanda, una serie di rocce di forma prismatica a base esagonale, risultato di un’esplosione sotterranea risalente a 50/60 milioni di anni fa. La leggenda narra che un gigante avrebbe costruito un sentiero per raggiungere a piedi la Scozia e affrontare il gigante rivale. Ci fermiamo un paio d’ore a Belfast e rientriamo a Dublino in serata. Ceniamo al Krewe, un ristorante scoperto per caso ma che ci è piaciuto tantissimo. Scopriamo anche la birra Hop House, una birra chiara e dal sapore sublime.

4° giorno: Mattina: Trinity College e Book of Kells, uno dei grandi tesori dell’Europa medievale. Fu realizzato dai primi monaci cristiani intorno all’800 d.C, e’ conservato in una stanza buia con luce controllata e non si può fotografare. La biblioteca, o Sala Lunga, ospita più di 200.000 dei libri più antichi del Trinity, ed è funzionante dal 1732. Pomeriggio: visitiamo le ex prigioni Kilmainham Gaol, oggi museo, per un po’ di triste ma importante storia irlandese. Questo è il luogo in cui furono imprigionati e giustiziati numerosi leader di ribellioni che successivamente portarono l’Irlanda ad ottenere l’indipendenza. Alleggeriamo passeggiando per Saint Stephen’s Green e per le vie del centro. Ceniamo a The Brazen Head, il pub piu’ antico d’Irlanda: ottimo lo stufato cotto nella Guinness!

5° giorno: Dalla stazione dei treni di Dublino Heuston, partiamo per Kilkenny, un vero e proprio gioiello irlandese. Da vedere a Kilkenny: St Canice’s Cathedral, Black Abbey, St. Mary’s Cathedral e il Castello di Kilkenny. Per cena andiamo al Butcher Restaurant, ottimo ristorante di carne. Non dimenticate di provare la birra rossa di Kilkenny!

6° giorno: Partenza per Cork, dove passeremo le prossime 3 notti. Alloggiamo al Yugo Amnis House, un campus studentesco. Visitiamo il centro e l’English Market (Cork e’ la capitale gastronomica irlandese).

7° giorno: Cobh. Da vedere assolutamente sono le casette colorate chiamate scherzosamente “Deck of Cards” dagli abitanti di Cobh perche’, se quella piu’ in basso crollasse, crollerebbero tutte le altre, proprio come un mazzo di carte. Il punto migliore da cui scattare una foto è dalla cima di Spy Hill. Altri luoghi di interesse sono la Cattedrale di San Colman, la Promenade John Fitzgerald Kennedy Park, il Lusitania Memorial e la Statua di Annie Moore. Il Cobh Heritage Centre racconta la storia dell’emigrazione irlandese verso gli Stati Uniti. Infine, il motivo principale per cui abbiamo vistato Cobh, è per il Titanic Experience: Cobh è infatti nota per essere stata l’ultimo punto di imbarco in Europa per i passeggeri in partenza sul Titanic, dopo esser partito da Southampton. E’ ancora conservato il molo originale da cui si sono imbarcati i 123 passeggeri di Cobh. Rientro a Cork in serata.

8° giorno: Cork – Cattedrale di St. Fin Barre’s, patrono di Cork, e l’Elizabeth Fort, una fortezza del XVII secolo. Dedichiamo il resto del pomeriggio allo shopping in centro.

9° giorno: Lasciamo Cork alla volta della stupenda Galway, in pullman con la linea Citylink. E’ la stessa che ci ha portati da Kilkenny a Cork e poi da Galway all’aeroporto di Dublino, e ci siamo sempre trovati benissimo. Acquistando il biglietto online si riesce anche a risparmiare qualcosa. Lasciamo i bagagli e ci tuffiamo nel centro di Galway, venendo subito catturati dal fascino medievale del Quartiere Latino, un’esplosione di colori e musica. Su consiglio di un abitante locale ceniamo nel famoso McDonagh’s per un ottimo fish and chips.

10° giorno: Tour di un giorno da Galway che comprende: Dunguaire Castle, Poulnabrone Dolmen, pranzo in un pub di Doolin, le maestose Cliffs of Moher, che ci lasciano davvero senza fiato, e il Burren, una vasta distesa di roccia calcarea che per il suo aspetto ricorda un paesaggio lunare.

11° giorno: Aran Islands. Prendiamo il traghetto dal porto di Galway per Inishmore, la piu’ grande delle isole Aran. Noleggiamo le biciclette e giriamo l’isola. Scopriamo una spiaggia dai colori caraibici, Kilmurvey Beach, sabbia bianca e acqua cristallina. La giornata e’ calda e qualcuno si fa anche il bagno. Ma il principale luogo di interesse è il Dún Aengus, forte in pietra preistorico. Rientriamo a Galway e ceniamo a The Front Door, il pub dove Ed Sheeran ha girato la canzone “Galway Girl”.

12° giorno: Visita della città: Cattederale di Galway, Eyre Square, Galway City Museum (gratuito), Spanish Arch, The Long Walk, Claddagh (sobborgo di pescatori) e ci godiamo un bel pomeriggio di sole seduti sulle sponde del fiume Corrib. Per l’ultima notte irlandese ceniamo a The Skeff Bar e poi musica dal vivo al Quays.

13° giorno: Viaggio in pullman per l’aeroporto di Dublino e partenza per Roma.

Ulteriori informazioni e suggerimenti

ALLOGGI: Se volete risparmiare sull’alloggio, scegliete i campus studenteschi. In estate si svuotano e affittano le stanze ai turisti anche per pochi giorni, con un ottimo rapporto qualità prezzo.

TRASPORTI: Se non avete possibilità di noleggiare un’auto, ci sono tour organizzati che partono e tornano in giornata e raggiungono le maggiori località turistiche, tra cui anche le Cliffs of Moher e il Selciato del Gigante. Treni e pullman funzionano benissimo se dovete spostarvi da una città all’altra.

RISTORANTI: La maggior parte dei pub e ristoranti chiude la cucina alle 20:30/21:00.
Dublino: Krewe, The Brazen Head
Kilkenny: Butcher Restaurant
Galway: McDonagh’s (fish and chips), The Front Door, The Skeff Bar

And last but not least: ricordate di mettere in valigia l’ombrello!!!

Potrebbero interessarti anche questi itinerari:

tram di Lisbona

Lisbona e dintorni

Itinerario di viaggio a Lisbona e dintorni: i quartieri Alfama e Bairro Alto, la Torre di Belem, le spiagge oceaniche e Sintra.

Leggi Tutto »

Vuoi condividere i tuoi itinerari di viaggio?

Vuoi condividere un itinerario di viaggio?