Islanda sud ovest

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su email

Descrizione itinerario

1° giorno: partenza con volo da Bari per Londra. Prima sera pernottamento a Londra.

2° giorno: volo Londra – Reykjavik. Noleggiamo l’auto e ci dirigiamo a Borgarnes in un alloggio immerso nel nulla. Sorseggiavamo un the caldo guardando fuori dalla finestra nella speranza di vedere le luci del nord e siamo stati subito accontentati: una immensa aurora boreale è apparsa davanti ai nostri occhi. È durata mezz’ora abbondante.

3° giorno: di mattina prendiamo la S50 direzione Borgarnes e saliamo verso la S54 per esplorare la penisola di Snaefellsnes. Ci fermiamo varie volte per conoscere da vicino i cavalli islandesi in prossimità della strada. Come prima tappa raggiungiamo il monte Kirkjufell: è tutto uno spettacolo per gli occhi e per l’anima, scenari fantastici. La seconda tappa della giornata, tagliando per strade intermedie tipiche islandesi, è Budakirkja, la chiesetta dal caratteristico colore nero circondata da un paesaggio surreale. Dopodiché arriviamo sulla spiaggia di Ytri Tunga per osservare le foche che popolano questo tratto di costa.
Al ritorno, ci fermiamo a Gerduberg, una scogliera di roccia di 500 metri con un centinaio di colonne di basalto. La sera relax in piscina calda all’aperto.

4° giorno: la mattina visitiamo il circolo d’oro. Il meteo non è dalla nostra parte, ha nevicato per tutto il giorno con fiocchi davvero enormi. Ci siamo diretti prima ai Gyser, dove ci si rende conto sul serio che la terra sotto i nostri piedi è in continuo movimento. Come seconda sosta abbiamo ammirato il fascino della cascata di Gullfoss per gran parte ghiacciata e infine la falda di Pingvellir. Questa sera alloggiamo a Reykjavik. Visitiamo la città in serata in maniera molto rapida e facciamo tappa in un pub.

5° giorno: in mattinana ci spostiamo verso Vìk. Oggi invece piove e la temperatura è un po’ più alta della media. Visitiamo la cittadina di Vìk dall’alto, dopodiché la spiaggia nera di Reynisfjara, dove abbiamo sostato per parecchio tempo. Ci è sembrato di essere in un mondo in bianco e nero. Abbiamo mangiato nel ristorante in prossimità della spiaggia dove abbiamo assaporato buon cibo del posto a prezzi modici. Al ritorno ci fermiamo a Skogafoss dove saliamo fino al salto della cascata tramite dei gradini posizionati sul lato destro di essa, tutto ciò sempre sotto la pioggia che non ha smesso di farci compagnia. Ma la fatica ricompensa il paesaggio che si ammira da 60 metri di altezza e anche essere a due passi dal salto di una cascata così imponente è indimenticabile. Ultima sosta alla cascata Seljalandfoss, che si trova sempre sulla stessa strada pochi km più avanti. La sera usciamo a Reykjavik per sorseggiare una birra. La scelta dei pub nella capitale è vastissima.

6° giorno: trascorriamo questa giornata a Reykjavik per la visita della città. Abbiamo acquistato qualche souvenir e girovagato per le strade. In realtà c’è poco da visitare, ma la città è piena di murales e abbiamo passato la maggior parte del tempo a cercarli e fotografarli. Da non perdere, oltre alla visita della cattedrale per ammirare la capitale dall’alto, anche la visita al lago Tjornin, consigliabile secondo me al tramonto. A Reykjavik ci siamo subito sentiti a casa. È una città colorata, molto illuminata e incredibilmente sicura. Abbiamo anche avuto la fortuna di essere accompagnati da un bel sole.

7° giorno: abbiamo fatto una tappa imperdibile nella Blue Lagoon per un po’ di relax. È una perla da non perdere e la consiglio a fine viaggio, contribuirà a lasciare ancora più malinconia nel dover lasciare questa magica terra. La giornata termina con l’arrivo in aeroporto e il viaggio di ritorno.

Ulteriori informazioni e suggerimenti

Potrebbero interessarti anche questi itinerari:

Islanda

Islanda selvaggia

Islanda: immersi nella natura più selvaggia ed estrema, dove si comprende come Madre Natura non abbia bisogno dell’uomo per prosperare.

Leggi Tutto »

Vuoi condividere i tuoi itinerari di viaggio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi condividere un itinerario di viaggio?