Istanbul in un weekend

Descrizione itinerario

Giorno 1: arrivo in aeroporto all’alba. Prendo un taxi che mi porta in hotel, dove ho dovuto aspettare un paio d’ore per far sì che l’aria riscaldasse. Ad Istanbul le temperature sono molto rigide in inverno.
Cominciando dal principale luogo di culto di Istanbul, la Basilica di Santa Sofia, ho percorso tutto il quartiere “Sultanahmet”, patrimonio mondiale dell’UNESCO nonché attrazione turistica più popolare non solo di Istanbul, ma di tutta la Turchia. Ho continuato per tutta la città ammirando le bellezze di ogni monumento. Dalla Moschea Blu, alla Cisterna Basilica (purtroppo chiuse per lavori) e al Palazzo Topkapi. Ho soggiornato in questo bellissimo quartiere, in un hotel comodo, tranquillo ed economico: Hotel Tashkonak. Dopo aver visitato tutto il quartiere, mi sono immediatamente diretta in una doverosa tappa, quella del Gran Bazar, uno dei mercati coperti più grandi e antichi del mondo. Un enorme labirinto di vicoli e negozi che risale all’epoca ottomana. Rappresenta una tra le attrazioni turistiche più visitate al mondo grazie ai suoi 4000 negozi dove si possono trovare vestiti, ceramiche, gioielli in oro e argento e non solo! Troviamo l’ufficio postale, ristoranti, moschee, stazione di polizia. Una vera e propria città in miniatura. D’obbligo: Assaggiare il fantastico Tè di Rize (Tè Turco). Per completare la giornata, mi sono recata in una fumeria dove non mi sono fatta mancare il Narghilè con tabacco aromatizzato alla frutta accompagnato da un tè alla mela. Ottimo per concludere una lunga giornata in giro per la città, con i piedi doloranti e il freddo.

Giorno 2: sveglia, colazione e si va! Con un taxi ho raggiunto la colonia genovese di Pera-Galata e mi sono persa nella bellezza delle strade osservando scorci, monumenti e bellissimi angoli della città. In questa zona troviamo la maestosa Torre di Galata, di epoca medievale e costruita dai genovesi, e la “Istiklal Caddesi”, un’elegante zona pedonale tra le più famose d’Istanbul dove si affacciano boutique, gallerie d’arte e cinema, situata alla fine del Quartiere di Taksim (o più precisamente Istiklal Avenue), il cuore pulsante della moderna Istanbul che è anche sede del Monumento della Repubblica.
In questo quartiere si trova anche la bellissima Moschea di Taksim, la più recente, inaugurata nel 2021. Dopo aver fatto un po’ di shopping, ho attraversato il Corno d’oro e ho raggiunto il Quartiere Hocapasa, una zona frequentatissima e piena di ristoranti. Qui ho bevuto del Tè di Rize, ho assaggiato delle castagne e pannocchie acquistati da venditori ambulanti lungo il porto ed ho ripreso il taxi per poi dirigermi in aeroporto e rientrare a Tirana dove vivo.

Ulteriori informazioni e suggerimenti

Consigliato Hotel Tashkonak (40 euro 1 notte con colazione)

Potrebbero interessarti anche questi itinerari:

Grand Bazaar: uno dei mercati più grandi al mondo

5 giorni a Istanbul

Itinerario di 5 giorni tra le meraviglie di Istanbul, capitale della Turchia: la Moschea Blu, Santa Sofia, il Gran Bazar e il Bosforo.

Leggi Tutto »

Vuoi condividere i tuoi itinerari di viaggio?

Vuoi condividere un itinerario di viaggio?