Lisbona e dintorni

Descrizione itinerario

1° giorno: volo da Bologna a Lisbona. Appena arrivati abbiamo preso la metro direzione centro città. Una volta passati per l’appartamento in zona Baixa (non è la zona più sicura della città), abbiamo iniziato a visitare Lisbona.
La prima tappa è stata Alfama, il quartiere alto della città, dove abbiamo visto il Castelo de Sao Jorge, la Igreja de Santo Antonio e il Miradouro de Santa Luzia.
Abbiamo cenato con il tipico Bacalhau in umido in un ristorantino vicino casa.

2° giorno: partenza in treno direzione Cascais (circa 1 ora). Giornata sulle spiagge dell’oceano, tra i tantissimi surfisti. Abbiamo fatto una camminata di 2km per arrivare a Boca de Inferno e passeggiato al parco Marechal Carmona, con graziosi giardini e laghetti. Una volta visitato il museo Condes de Castro Guimaraess, siamo andati a rilassarci in spiaggia.
Al ritorno abbiamo cenato in un ristorantino molto carino, con uno spettacolo di musicisti della zona.

3° giorno: sempre in treno siamo arrivati a Belem (circa 20 min) e abbiamo visto la Torre de Belem, il Mosteiro dos Jeronimos e l’imponente Padrao dos Descobrimentos (monumento dedicato agli esploratori portoghesi).
Cena in un altro ristorantino, sempre con bacalhau, stavolta fritto.

4° giorno: direzione Sintra sempre in treno(circa 40 min). Sintra è una cittadina nelle colline della Serra de Sintra. Dopo una camminata in salita di circa 45 minuti abbiamo raggiunto l’incantevole Palacio Nacional da Pena e girato per i giardini del palazzo, con graziose sculture, laghetti e monumenti. Non potevamo perderci una tappa nella pasticceria del centro di Sintra e mangiare i dolci tipici, “Piriquita” e “pasteis de nata”.
Alla sera tappa al Bairro Alto, posto pieno di giovani e movida.

5° giorno: abbiamo visitato il quartiere Chiado e la chiesa de Carmo e Rua Garrett, infine abbiamo fatto un giro tra i negozi. Poi ci siamo spostati nella Praca do Comercio, Praca do Rossio e Praca dos Restauradores. A poche centinaia di metri c’è l’Elevador de Santa Justa. Per finire l’ultima cena con il Bacalhau al forno.

6° giorno: abbiamo visitato nuovamente Alfama per vedere gli Azulejos, che rivestono moltissime case nei più svariati colori.
Siamo tornate con la metro verso l’aeroporto di Lisbona, per il volo di ritorno diretto a Bologna.

Ulteriori informazioni e suggerimenti

Consiglio il Restaurante a Gina.
Assaggiate la pasticceria tipica (Pasteis de Nata), il Bacalhau e la Ginjinha (liquore alle amarene).

Potrebbero interessarti anche questi itinerari:

Miradouro de Santa Luzia, Lisbona

Porto, Lisbona e dintorni

4 giorni alla scoperta di Porto e Lisbona: dagli edifici con azulejos ai vicoletti del centro storico, dai panorami goduti dai Miradouri al bacalao e pasteis de nata.

Leggi Tutto »
Seixal

Isola di Madeira

Madeira, una perla nell’ Atlantico. Un’isola tutta da scoprire, ideale per chi ama destinazioni ancora non troppo di massa.

Leggi Tutto »

Vuoi condividere i tuoi itinerari di viaggio?

Vuoi condividere un itinerario di viaggio?