Montenegro Adventure

Descrizione itinerario

1° giorno: arrivo in aeroporto a Podgorica, capitale del Montenegro, alle ore 8 del mattino. Ritiro auto e direzione centro città. Mi sono affidata alla compagnia di autonoleggio “Surprice” (€35 al giorno per un totale di €105). L’aeroporto è situato a 10 km a sud di Podgorica e il centro è facilmente raggiungibile in 15 min.
Prima tappa: città vecchia di Podgorica. Attraversato il Ponte del Millennio, direzione Cattedrale di Podgorica, breve sosta per una visita al suo interno e via verso il centro storico della città vecchia: un piccolo centro tra ciottoli e casette colorate, dove si trova anche la famosa Torre dell’orologio. Consigliata una pausa caffé al “Kaldrma Kafe”, un locale tipico e accogliente. Hai bisogno di riempire la tua borraccia? No problem! il personale è così carino da riempirtela a costo zero. Da non perdere a pochi minuti di distanza il vecchio Ponte Ribnica, sotto il quale scorre l’omonimo fiume ed è l‘emblema della città vecchia, circondato da natura in un piccolo parco dove potersi dedicare qualche minuto di relax. Dopo la pausa, recupero auto e visita alle Cascate di Cijevna, chiamate anche Cascate del Niagara, un complesso di piccole cascatelle e canyon davvero suggestivi.
Seconda tappa: Budva e Sveti Stefan. Budva si affaccia sul mar Adriatico ed è una località particolarmente turistica. Ho dedicato a questa città un breve tour del centro storico medievale (Stari Grad), della cittadella in riva al mare e della Chiesa di Santa Maria in Punta. Sveti Stefan è una penisola a 6km da Budva, ex villaggio di pescatori, trasformata con il regime di Tito in hotel di lusso. Merita una visita anche per una pausa relax nella sua bellissima spiaggia!
Terza tappa: ho raggiunto in auto il santuario del Lovcen National park, una terrazza panoramica mozzafiato tra le montagne montenegrine. Consigliato al tramonto. È possibile raggiungerlo anche con un bellissimo trekking, magari con un giorno in più a disposizione.
Quarta e ultima tappa: arrivo in serata a Cattaro.

2° giorno: sveglia di primo mattino e partenza per Perast, breve sosta foto fino ad arrivare alle meravigliose Bocche di Cattaro. Pausa caffè a Nikšić per dirigermi poi al canyon di Tara, all’interno del Parco Nazionale Durmitor. Pausa pranzo nei pressi del Tara Bridge e per i più avventurieri possibilità di godersi il panorama dall’alto sperimentando la zipline a soli 20€. Da Tara mi sono spostata verso la seconda fantastica tappa al Lago Nero, un posto magico a pochi km da Zabljak. Per entrare è necessario pagare il biglietto d’ingresso al parco (3€ al giorno). Ultima sosta, ma non per importanza: l’incredibile monastero di Ostrog, un monastero arroccato dal fascino ineguagliabile. Rientro a Cattaro e tour del paesino circondato dalle imponenti montagne. Notte a Cattaro.

3° giorno: partenza di prima mattina per l’incantevole Lago di Scutari (1h e 20 min da Cattaro). Suggerisco di raggiungere il punto panoramico Pavlova Strana per godere di un panorama sbalorditivo. Per concludere al meglio l’ultimo giorno, ho fatto una breve sosta a Virpazar per un’ora di tour in barca nel lago di Scutari fino al monastero di Kom. Partenza per Podgorica e arrivo in aeroporto nel tardo pomeriggio.

Ulteriori informazioni e suggerimenti

In Montenegro non è possibile usufruire del roaming dati europeo. Consiglio quindi di acquistare una scheda sim locale al costo di 15€.
– Alloggi: Apartment Coso
– Guide contattate: 360 Monte
– Noleggio auto: Surprice

Potrebbero interessarti anche questi itinerari:

slitte con husky

Road to Capo Nord

Viaggio verso Capo Nord, attraversando i paesaggi e le aurore boreali della Norvegia settentrionale per finire nella Lapponia finlandese.

Leggi Tutto »

Vuoi condividere i tuoi itinerari di viaggio?

Vuoi condividere un itinerario di viaggio?