Sicilia Bedda

Descrizione itinerario

1° giorno: Arriviamo a Palermo in aereo. Tempo di prendere l’auto a noleggio e ci avviamo verso la spiaggia di Mondello. Dopo esserci rinfrescati con un bel tuffo dal pedalò, ci siamo diretti al centro di Palermo. Tra le attrazioni principali sicuramente ci sono: la Cattedrale, il teatro Massimo, il Palazzo dei Normanni, i bellissimi mercati e i vicoletti del centro storico. Abbiamo cenato alla Vucciria, dove si può mangiare di tutto.

2° giorno: Sveglia presto, dopo colazione facciamo tappa a Corleone e raggiungiamo Agrigento. Qui abbiamo fatto visita alla Scala dei Turchi, in parte inaccessibile. Con la vista dall’alto ci si rende comunque conto dello spettacolo.
Al tramonto invece andiamo a vedere la stupenda Valle dei Templi, visitabile in circa 3 ore, a cui abbiamo aggiunto anche il Giardino Kolymbethra.

3° giorno: Il caldo si fa sentire, andiamo così alla riserva di Punta bianca tramite un fuoristrada (6 euro a testa). Abbiamo fatto un bel bagno, tra sassolini rossi e conchiglie minuscole. Una volta asciugati i costumi, zaino in spalla, macchina e ci siamo diretti alla Riserva di Capo Feto, a Mazara del Vallo. La zona è rinomata per la pratica del Kitesurf, la spiaggia comunque è tranquilla e riservata. La sera abbiamo raggiunto e dormito a Trapani.

4° giorno: Relax nella spiaggia di Trapani, con acqua limpida e area attrezzata. Trapani mi ha stupita, ha un bel centro storico, è pulita ed è un ottimo punto di appoggio per visitare la costa. La sera abbiamo ammirato il tramonto dal bellissimo borgo di Erice, raggiungibile anche in cabinovia.

5° giorno: Dedichiamo la giornata ad una splendida escursione: Favignana e Levanzo, con partenza da Trapani in gommone.

6° giorno: Giornata di relax a San Vito lo capo. Le sue acque limpide non hanno nulla da invidiare alla Sardegna.
Nel pomeriggio ci godiamo il tramonto dal faro. La sera ceniamo in uno dei tanti ristoranti, ottimi e con prezzo accettabile.

7° giorno: Siamo andati a visitare la casamatta a Scopello, ossia il fortino di appostamento risalente alla seconda guerra mondiale. Da li si ha la miglior visuale dei faraglioni di Scopello e percorrendo un sentiero ben organizzato si può raggiungere la vasca della regina. Scopello è famosa per la sua tonnara, ma purtroppo era chiusa per un evento. Abbiamo potuto goderci comunque la giornata con dei tuffi nella vasca della regina.

8° giorno: Mattina presto alla Grotta Mangiapane, ultimi tuffi a San Vito e via. L’aereo ci aspetta e facciamo ritorno a casa dopo una bellissima settimana in Sicilia.

Ulteriori informazioni e suggerimenti

Suggerisco il B&B Montemonaco a San Vito Lo Capo.

Potrebbero interessarti anche questi itinerari:

Valle dei templi, Agrigento

Sicilia in autunno

Dieci giorni in Sicilia toccando le principali città e utilizzando mezzi pubblici: Palermo, Cefalù, Agrigento, Catania, Siracusa.

Leggi Tutto »

Vuoi condividere i tuoi itinerari di viaggio?

Vuoi condividere un itinerario di viaggio?