Spagna Settentrionale in 2600 km

Descrizione itinerario

1° giorno: arrivo in aereo con Vueling a Barcellona e visita della città in giornata; ne approfittiamo per visitare luoghi non troppo turistici e nuovi essendo stati già in città molte volte. Abbiamo scelto di volare su questa città essendoci molti voli giornalieri ed economici. Per chi non ci fosse mai stato, un giornata è poca ma la città si presta anche bene per ritornarci con calma in un week end.

2° giorno: la mattina ritiriamo l’auto a noleggio prenotata con Avis e partiamo alla volta di Saragozza.
Lungo l’itinerario, con una piccola deviazione, decidiamo di fermarci a visitare Montserrat e ne vale la pena.
Saragozza ci accoglie con un caldo infernale, la città si visita bene a piedi; assolutamente da non perdere la vista della Cattedrale dal Puente de Piedra.

3° giorno: ripartiamo da Saragozza in direzione dei Paesi Baschi.
Di passaggio, ci fermiamo ad Olite, piccolo paese medievale con un bellissimo castello e delle viuzze molto caratteristiche.
Successivamente, non possiamo saltare Pamplona, famosa per la corsa con i tori e dove iniziamo a scoprire il fantastico mondo dei Pinxtos, le tapas tipiche della Spagna Settentrionale.
Tappa finale della giornata: San Sebastian – Donostia.
Vicinissimi al confine francese, notiamo che il Pais Vasco è completamente diverso dalle regioni attraversate in precedenza.
Bellissima la spiaggia La Concha, che merita una vista dall’alto, salendo sul Monte Igueldo. C’è da perdersi nel centro storico tra i Pinxtos Bar.

4° giorno: partiamo con l’auto verso la tappa finale della giornata: Bilbao.
Lungo il tragitto, visitiamo il piccolo paese di Zumaia, dove avvistiamo anche i surfisti.
Arriviamo verso mezzogiorno a San Juan de Gaztelugatxe, dove occorre una prenotazione per poter accedere al sito e percorrere i 241 gradini fino alla chiesa sull’isolotto. Posto super affascinante con panorami mozzafiato, che è stato anche set cinematografico del Trono di Spade.
Arriviamo a Bilbao nel tardo pomeriggio.

5° giorno: giornata libera alla scoperta di Bilbao, ci sembra di essere in Nord Europa. Da non perdere il modernissimo Museo Guggenheim.

6° giorno: partenza da Bilbao in prima mattinata e arrivo al paesino di pescatori Castro-Urdiales.
Continuiamo la strada verso la tappa finale, Santander e arriviamo nella regione Cantabria.

7° giorno: da Santander ripartiamo per visitare El Capricho di Gaudì a Comillas, il quale merita di essere visitato per scoprire Gaudì a centinaia di Km dalla Catalunia.
Lungo il tragitto, attraversiamo in macchina il Parco naturale dell’Oyambre con spiagge stupende e viste sull’oceano bellissime. Merita una sosta veloce per un bagno.
Arriviamo ad Oviedo nel tardo pomeriggio, dove ci fermeremo due notti.
Da non perdere Calle Gascona, la via della Sidra. Consigliata la catena di ristoranti Tierra Astur per gustare il sidro e piatti tipici super delle Asturie.

8° giorno: partiamo da Oviedo per visitare il villaggio di pescatori Cudillero, paesino stupendo dalle casette colorare, da non perdere assolutamente.
Procediamo visitando Aviles e Gjion, per poi ritornare ad Oviedo per il secondo pernottamento.

9° giorno: ci alziamo presto e ci dirigiamo a Ribadeo per visitare la Playa de las Catedrales, una spiaggia la cui visita è possibile solo durante la bassa marea e su prenotazione. L’ingresso è gratuito e il posto è molto suggestivo dove si possono ammirare gli archi di pietra erosi dall’acqua, una vera meraviglia naturale.
Da qui entriamo nella regione Galizia, dove vento, clima fresco e pioggia ci accolgono portandoci con la mente in Regno Unito.
La tappa finale è La Coruna, una graziosa città nella quale occorre assolutamente gustarsi il Pulpo alla Gallega, specialità galiziana a tutti gli effetti.

10° giorno: partiti presto, ci dirigiamo a visitare i paesini di Laxe e Muxia, dove ancora una volta ci sembra di essere in Nord Europa con le casette colorate, il vento forte e le scogliere.
Troviamo moltissima nebbia a Cabo Finisterre e ci dirigiamo verso Santiago di Compostela, tappa finale per noi come per moltissimi pellegrini. Qui l’atmosfera è magica.

11° giorno: con la pioggia partiamo per visitare la Illa de Arousa e successivamente con tappa pranzo la città di Pontevedra; direzione finale Vigo, molto vicini al confine con il Portogallo.

12° giorno: da Vigo ci spostiamo per visitare Ourense e Puebla de Sanabria, due paesini che meritano lungo la strada una visita per qualche ora.
Ci fermiamo a Zamora per poi raggiungere la bellissima città di Salamanca, dove pernottiamo.
Città antica e stupenda, per noi è stata una piacevole scoperta. Qui il caldo torna a farsi sentire.

13° giorno: partiamo da Salamanca, visitando Avila e successivamente Segovia, con un acquedotto romano magnifico da non perdere.
Ci dirigiamo verso Madrid, dove consegniamo l’auto all’aeroporto e ci dirigiamo con i mezzi pubblici in centro città.

14° giorno: giornata libera a Madrid per scoprire la capitale spagnola prima del rientro.

15° giorno: ultime ore a Madrid e rientro in italia con volo Ryanair.

Ulteriori informazioni e suggerimenti

Potrebbero interessarti anche questi itinerari:

Plaza de España Siviglia

Siviglia in 3 giorni

Tour di 3 giorni (4 notti) a Siviglia, capitale dell’Andalusia, tra il Flamenco di Triana, il Real Alcazar e la bellissima Plaza de Espana.

Leggi Tutto »
Playa de Valdevaqueros - Tarifa

Andalusia

Road Trip in Andalusia. Un itinerario di viaggio tra cultura e mare, passando per le principali città: Siviglia, Malaga e Cordoba.

Leggi Tutto »
Fuerteventura

Fuerteventura

Un itinerario di viaggio alla scoperta delle bianche spiagge di Fuerteventura, la seconda isola più grande delle Canarie.

Leggi Tutto »

Vuoi condividere i tuoi itinerari di viaggio?

Vuoi condividere un itinerario di viaggio?