Tour nella Patagonia cilena

Descrizione itinerario

1° giorno: partenza da Santiago del Cile (dove ero basato) direzione Puerto Montt con un aereo low cost e noleggio di un fuoristrada in aeroporto.

2° giorno: arrivo all’Isola grande di Chiloè con passaggio a Castro. Quest’isola è tutta da scoprire, quindi scegliete voi il tempo da dedicarci.

3°-4° giorno: ritorno a puerto Montt per iniziare a percorrere la Carretera Austral. La strada da seguire è solo una, quindi non c’è rischio di perdersi. Prendete il primo traghetto e andate diretti a Hornopirén, dove potete fare escursioni nel parco nazionale adiacente e dove passerete la notte. Da qui prenderete il secondo traghetto. Molto importante controllare gli orari, prima di arrivare qui (io ho dovuto aspettare due giorni per il traghetto disponibile).

5° giorno: una volta arrivati a Caleta Gonzalo, inizierete a godervi la bellezza di questo paesaggio e incontrerete tantissimi backpackers che vi chiederanno un passaggio. Se potete, dateglielo e non ve ne pentirete.
Da qui in poi sarà pieno di parchi immensi, io mi sono fermato nei pressi del Vulcano Chaitén per poi scendere fino a Chaitén dove ho passato la notte.

6° giorno: il giorno dopo arrivo al parco nazionale Quelat, dove potete fare delle escursioni di qualche ora e potrete ammirare il glaciale Ventisquero Colgante.

7° giorno: si continua per Puerto Aysen e Villa Cerro Castillo, fermandosi sempre nei parchi incontrati per strada e dormendo in tenda in uno dei tantissimi camping che trovate (noi non abbiamo prenotato nessun alloggio, proprio per vivere l’esperienza fino in fondo e improvvisare di giorno in giorno).
Dovete considerare che le distanze non sono come quelle europee e le ore in viaggio passano molto in fretta, visto il paesaggio stupendo che attraversate.

8° giorno: arrivo a Puerto Rio Tranquilo. Qui dovete assolutamente prendere parte ad un tour guidato in barca che vi porterà alla magnifica Catedral de Marmol.

9°-10° giorno: ho iniziato il viaggio di ritorno fino a Puerto Montt, cercando di fermarmi nei posti che mi ero perso all’andata (Bosque Encantado, Parque Pumalin) e pernottamento a Hornopirén.

11° giorno: volo di ritorno per Santiago

Ulteriori informazioni e suggerimenti

Potrebbero interessarti anche questi itinerari:

Ahu Tongariki, Isola di Pasqua

Isola di Pasqua

Un itinerario di viaggio per scoprire l’Isola di Pasqua, in lingua nativa Rapa Nui, uno dei luoghi abitati più remoti del pianeta.

Leggi Tutto »

Vuoi condividere i tuoi itinerari di viaggio?

Vuoi condividere un itinerario di viaggio?