Tre giorni tra Siviglia e Cordoba

Descrizione itinerario

1° giorno: abbiamo preso un volo da Roma a Siviglia, dove siamo arrivati in tarda mattinata. Il volo impiega 2 ore e 40. Una volta atterrati, si può scegliere di prendere un autobus (circa 40 minuti fino al centro) o un taxi, al costo di circa 25€ per 20 minuti di tragitto.
L’hotel in piazza Alameda de Hércules, con le colonne di Ercole, si è rivelata una scelta perfetta, a soli 20 minuti a piedi dalle principali attrazioni e piena di localini nei dintorni. Il primo giorno abbiamo deciso di visitare la Cattedrale con la sua Giralda, da dove si può godere di un panorama stupendo su tutta Siviglia. Abbiamo acquistato i biglietti sul sito ufficiale della Cattedrale in anticipo. Successivamente siamo andati al Parasol per goderci il tramonto sulla città: anche qui conviene acquistare il biglietto online per saltare la fila (8€ senza visita interna). Dopodiché, siamo andati nel quartiere Triana per godere di un meraviglioso spettacolo di Flamenco sulle sponde del Quadalquivir.
Siamo infine rientrati in hotel a piedi, godendoci la città di notte, piena di gente e tepore estivo.

2° giorno: abbiamo approfittato del secondo giorno per andare a Cordoba, meta perfetta per una escursione giornaliera. Il treno è stato alquanto caro, 35€ a testa a/r per 40 minuti di tragitto. Ne è valsa veramente la pena. Cordoba è una bellissima cittadina, ricca di storia islamica e cristiana. Non a caso, ospita l’unica cattedrale al mondo costruita all’interno di una moschea. La Mezquita, come viene chiamata, merita tutto il tempo per visitarla, senza fretta. Dopo la moschea, abbiamo passeggiato lungo il Ponte Romano, per poi recarci presso il Tempio Romano.
Siamo andati poi nel quartiere della Juderia, a Casa Andalusi. Non siamo però riusciti ad entrare all’Alcazar perché era già tutto pieno (prenotate tutto in anticipo!).

3° giorno: l’ultimo giorno (domenica) lo abbiamo dedicato ancora a Siviglia. Fino alle 11 c’era ancora pochissima gente in giro. Siamo quindi entrati all’Alcazar e ci siamo goduti ogni angolo, ogni arco, ogni simmetria. Consiglio di dedicarci almeno un paio di ore.
Dopodiché, ci siamo diretti verso Plaza D’España, meravigliosa. Abbiamo camminato sui ponti e ammirato le panchine di azulejos che contornano tutto il perimetro a semicerchio. Un’ultima passeggiata verso la Torre dell’Oro e siamo tornati in centro per un’ultima passeggiata.
In serata siamo andati in aeroporto, dove abbiamo preso il volo di ritorno per Roma.

Ulteriori informazioni e suggerimenti

Se potete, prenotate online tutte le attrazioni in anticipo.

Potrebbero interessarti anche questi itinerari:

Trekking Playa di Gui Gui

Gran Canaria

Itinerario di viaggio a Gran Canaria, isola caratterizzata da natura selvaggia, deserto, spiagge vulcaniche e pittoreschi villaggi.

Leggi Tutto »

Vuoi condividere i tuoi itinerari di viaggio?

Vuoi condividere un itinerario di viaggio?