Valencia, una città per vivere!

Descrizione itinerario

1° giorno: partenza da Milano Malpensa verso le 11 e arrivo a Valencia. Abbiamo soggiornato in un appartamento al centro della Ciutat Vella, zona fantastica per girare tutta la città a piedi. Dopo aver disfatto velocemente i bagagli, ci siamo diretti alla Plaza de Toros dove troviamo l’arena e il museo Taurino. Esperienza molto affascinante, ma dopo che ci hanno spiegato nel dettaglio come funziona la corrida, dobbiamo assolutamente disincentivare questa attività per evitare che molti altri animali vengano uccisi. Di fianco l’arena troviamo la Esatciò del Nord, uno dei monumenti più emblematici dell’architettura cittadina.

2° giorno: la mattina ci siamo alzati con calma ed abbiamo fatto colazione in un bar che si trova di fronte alla Cattedrale di Valencia (nota anche come Cattedrale del Sacro Graal). Dopo la colazione abbiamo visitato la chiesa e ci siamo persi ad ammirare gli affreschi e ad ascoltare tutte le storie che riguardano questa magnifica cattedrale. Usciti dalla Cattedrale ci siamo diretti verso i Jardì del Turia. Un’ampia area verde che si trova nel vecchio letto del fiume Turia e che attraversa tutta la città. Il parco è lungo circa 9 km e al suo interno ci sono vari monumenti ed attrazioni che meritano almeno di essere viste. Uno di questi è “Gulliver”, un parco giochi adatto anche agli adulti, ci siamo davvero divertiti a fare su e giù per tutti gli scivoli che lo compongono. Passeggiando nel parco del Turia verso il mare si raggiunge la Città delle Arti e della Scienza. Siamo rimasti impressionati dalla dimensione degli edifici! Nel pomeriggio siamo entrati all’Oceanografico assistendo anche allo spettacolo dei delfini. Ammetto che vedere gli animali rinchiusi è triste, ma è stata davvero un’esperienza emozionante. Dopo aver camminato per più di 15 km, il rientro ce lo siamo fatti in autobus, per poi andare a cena nel nostro posto preferito nel bel mezzo della Ciutat Vella, “Crudo Bar” – davvero ottimo, da cenarci almeno una sera.

3° giorno: dopo aver fatto colazione ci siamo indirizzati verso nord, seguendo sempre il Parco del Turia e arrivando al Bioparco di Valencia. Amiamo gli animali e in questo zoo cittadino sembrerebbe quasi di vederli nel loro ambiente naturale. Finito il giro al Bioparco ci siamo incamminati sotto gli alberi che popolano il Parco del Turia verso la costa, a metà strada però stanchi e accaldati, siamo saliti su un autobus per percorrere gli ultimi 3km in direzione della Città delle Arti e della Scienza. Con i biglietti dell’Oceanografico il giorno prima, abbiamo acquistato due biglietti per vedere un film all’Hemisferico (un altro degli edifici che compone la Ciudad de las Artes y Ciencias) – ambiente fresco e rilassante, le poltrone sono praticamente sdraiate ed il film viene proiettato sul soffitto (semisferico appunto). Terminato il film ci siamo diretti verso la Malvarossa, la spiaggia lunghissima di Valencia. Stupendo vedere persone che escono dalla zona “business” della città in giacca e cravatta e vanno in spiaggia a bersi un cocktail e a rilassarsi dopo il lavoro. Ho invidiato questo stile di vita. La sera siamo andati a cena in un locale che ci ha consigliato il proprietario dell’appartamento, in cui abbiamo mangiato la vera paella valenciana – “El Forn de Carmen”, davvero molto consigliato.

4° giorno: abbiamo passato la giornata rilassandoci in spiaggia. Peccato solamente per il terribile vento che non ci ha lasciato tregua. Abbiamo assaggiato la Paella de Marisco (paella di mare) in un ristorantino lungo la spiaggia e la sera abbiamo cenato in un ristorante proprio sul mare.

5° giorno: abbiamo fatto colazione per poi incamminarci verso il Mercado Centràl, meravigliosa struttura ricca di banchetti che vendono la qualunque, dal pesce alla frutta secca. Ci sono addirittura dei ristoranti che hanno lo stand all’interno e ti permettono di mangiare nel mercato rendendo l’esperienza davvero unica. Dopo aver preso della frutta secca ed un fritto di pesce davvero molto buono, ci siamo indirizzati alla Lonja de la Seda, uno dei palazzi storici custoditi dalla città. Si tratta di una maestosa costruzione, un tempo luogo di scambio e di contrattazioni per la compravendita della seta, cosi come di tanti altri prodotti che arrivavano in città. La Lonja de la Seda è il testimone più autorevole del glorioso passato di Valencia, all’epoca uno dei centri nevralgici del commercio mediterraneo. La sera abbiamo fatto un aperitivo a base di tapas in un bar tipico molto buono e consigliato.

6° giorno: ci siamo svegliati prima per lasciare l’appartamento e ci siamo diretti al Mercado Centràl per assaggiare un bocadillo con hamon serrano. Ci siamo presi due panini da portare via con l’intento di mangiarli in aeroporto ma non ci sono arrivati. Il profumino invitante ha fatto in modo che li mangiassimo poco dopo essere usciti dal mercato. Nel primo pomeriggio ci siamo diretti in aeroporto per il volo di ritorno.

Ulteriori informazioni e suggerimenti

Noi appena arrivati abbiamo acquistato la Valencia card che permetteva di usare autobus, metropolitana ed altri mezzi di trasporto. Dà anche la possibilità di avere degli sconti in alcune attrazioni. Secondo noi però non ne vale la pena, i mezzi li abbiamo usati pochissimo e le attrazioni sono davvero a buon mercato.

Una delle cose che più ci ha colpiti è la quantità di colori che si vedono passeggiando per la Ciutat Vella: murales e scritte che mettono tanta allegria! Si respira l’aria da “siesta”.
Abbiamo amato Valencia ed è una città in cui ci piacerebbe poter vivere per qualche anno. Ci siamo innamorati dei profumi e dei colori, della mentalità e della lingua, delle tapas e della paella. Ci siamo innamorati delle persone che fanno questa città e di come questa città ci ha fatti sentire.
Un giro a Valencia è consigliato, mi raccomando prendete anche il biglietto di ritorno, altrimenti il rischio di non tornare è reale!

Potrebbero interessarti anche questi itinerari:

Playa de Valdevaqueros - Tarifa

Andalusia

Road Trip in Andalusia. Un itinerario di viaggio tra cultura e mare, passando per le principali città: Siviglia, Malaga e Cordoba.

Leggi Tutto »

Vuoi condividere i tuoi itinerari di viaggio?

Vuoi condividere un itinerario di viaggio?