Vietnam, rotolando verso sud

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su email

Descrizione itinerario

1° giorno: volo Milano Malpensa-Bangkok (via Doha) con Qatar preso soltanto 2 mesi prima e pagato meno di 500 Euro. Piccolo suggerimento: volare su Bangkok è sempre più conveniente che volare su Hanoi o Ho Chi Min.

2° giorno: arrivo all’aeroporto di Bangkok al mattino presto, ripartenza dopo un paio d’ore per Hanoi con Vietjet. I voli da/per il Vietnam costano meno di 100 euro, quelli interni mediamente 50 (solo zaino, no valigia imbarcata). Arrivo ad Hanoi nel pomeriggio e pernottamento ad Hanoi Pearl Hostel (non consigliato, c’è di meglio alla stessa cifra). Giro per la città e alla famosa railway road e cena fuori nei dintorni del lago.

3° giorno: crociera di 2 giorni (che poi è 1 giorno e mezzo tra transfer vari) ad Halong Bay sulla nave Rosa Cruise. Veramente consigliato!! Vi vengono a prendere al mattino presto nel vs hotel di Hanoi e vi portano al porto dove nel pomeriggio vi imbarcherete per la crociera. Durante la crociera sono previste diverse attività tra cui giro in kayak, visita di un’isola, visita di una fabbrica di perle (a buon prezzo!), corsi di cucina, tai chi e soprattutto….l’alba nella baia!!! Una delle cose più indimenticabili di tutto il viaggio.

4° giorno: rientro al porto nel pomeriggio e bus (circa 4 ore) per Tam Coc. Pernottamento al Tam Coc Melody homestay (consigliatissimo!). Consiglio di affittare uno scooter per 2 giorni e girarvi tutti i dintorni, inoltre fate anche l’escursione che viene chiamata Ha Long Bay di terra…anche questa sarà indimenticabile!

5° giorno: nel pomeriggio mini bus (circa 3 ore) per Mai Chau e pernottamento al Mai Chau Countryside. Qui potete vedere le risaie ma, a differenza di Sapa, il territorio è prevalentemente pianeggiante e non c’è quasi nulla…è veramente poco turistico e super locale.

6° giorno: giro in scooter per le risaie senza incontrare nessuno, nel pomeriggio bus per rientrare ad Hanoi (circa 3,5 ore) e pernottamento a 49 Trang Tien (consigliato e centralissimo). Ultimo giro per la città per vedere le ultime cose.

7° giorno: volo al mattino per Hoi An e 3 notti di pernottamento al Green Town Hotel (consigliato). Immediato noleggio dello scooter per poter fare i nostri giri in autonomia. Visita del mercato e dei vari negozietti (se siete in coppia dovete assolutamente comprare quelli che loro chiamano Matchi Matchi, completi abbinati uomo-donna super tipici).

8° giorno: tempio di My Son al mattino (non vicinissimo con lo scooter, il vs sedere ne risentirà) e spiaggia di Ang Bang Beach nel pomeriggio. Serata nei mille locali tra le lanterne (Hoi An è decisamente la città più viva del Vietnam tra quelle che abbiamo visto, potete anche andare a ballare nei vari discopub).

9° giorno: gita in barca alle Cham (mare bello, ma non molto pulito) e serata tra i vari localini.

10° giorno: volo al mattino presto per Ho Chi Min e pernottamento ad Ace Home (consigliato), giro per la città e le varie chiese, museo della guerra (mette i brividi, dovete andare per capire cosa è successo davvero!) ed aperitivo su uno dei tanti rooftop. Ho Chi Min ricorda molto Bangkok ed è molto meno autentica di Hanoi.

11° giorno: gita giornaliera al Delta del Mekong…abbastanza turistica, ma se avete poco tempo comunque consigliata. Farete un giro in bici tra le risaie, un giro in barca sul delta e varie attività con pranzo in loco. Rientro ad Ho Chi Min alla sera.

12°-13°-14°-15°-16° giorno: volo in mattinata per Phu Quoc e meritato relax balneare al Resort Sea Star. Anche qui consiglio il noleggio dello scooter per girare l’isola in autonomia e vedere le spiagge più belle (Bai Sao tra tutte). Mettete in conto che la nostra estate è la loro stagione delle piogge quindi il tempo non sarà sempre dei migliori. Onestamente se non siete mai stati al mare in Thailandia (sia per il clima che per isole in sè) consiglio di abbinare al tour del Vietnam Koh Tao/Panghan/Samui.

17° giorno: volo per Bangkok (uno solo al giorno) e pernottamento al Oyo 228 Babo House (assolutamente sconsigliato, sporco). Giro per Bangkok e ultimo Pad Thai pre partenza.

18° giorno: volo Bangkok-Malpensa (via Doha).

Ulteriori informazioni e suggerimenti

Viaggio stupendo e molto intenso, serve spirito di adattamento ai numerosi transfer e resistenza al caldo (che d’estate è veramente torrido!).
Non è così turistico come Thailandia e Indonesia, dunque a volte farete fatica a capire le persone anche usando il traduttore di Google.
Assolutamente necessario lo zaino.

Vuoi condividere i tuoi itinerari di viaggio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi condividere un itinerario di viaggio?